FATE I BRAVI A CASA… E AL LAVORO

Oggi vorrei lasciarti una riflessione su un libro che ho letto con molto interesse per i contenuti direttamente applicabili nella vita familiare ma anche nella vita in azienda.

Il libro è “Fate i Bravi” di Lucia Rizzi, descrive il lavoro della Tata (sì quella della serie TV) con una famiglia, padre, madre e tre figli, e affronta i problemi più comuni nell’educazione dei figli.

Le tecniche consigliate hanno lo scopo di aiutare i genitori ad essere più sereni con dei figli più felici.

Non puoi credere quanto questo scopo possa essere alla portata di tutti, non importa la ricchezza, la povertà, la città in cui vivi o la scuola frequentata.

Non sono un educatore, uno psicologo, un insegnante ma ti posso assicurare che, applicando seriamente le strategie consigliate, ne resterai affascinato dalla semplicità ed efficacia. Del resto il programma televisivo in cui compare l’autrice spiega molto bene cosa intendo dire io in poche righe.

IL METODO

Ma da ingegnere e consulente aziendale, amante di metodi e ricette, di processi e analisi dei risultati, la mia attenzione, come spesso accade, si è focalizzata sul metodo suggerito, esplicitamente verso la fine del libro ma implicitamente in tutti i capitoli:

  • riconoscere il problema
  • riconoscere le proprie emozioni coinvolte
  • valutare le possibili soluzioni
  • mettere in atto la scelta fatta
  • domandarsi se ha funzionato

In questo blog parlerò ancora di qualità aziendale e lean thinking, prendendo in prestito idee da libri, trasmissioni televisive e film che apparentemente parlano di tutt’altro. Lo faremo insieme, anche scherzosamente, nei commenti, se ne avrai voglia, senza la pretesa di dare lezioni o consigli, (a questo proposito ti suggerisco dei siti più completi, a mio parere interessantissimi come www.encob.net e www.qualitiamo.com, secondo me il top per formarsi sull’argomento) e questo post è un esempio di cosa intendo.

Nel procedimento in questione ci vedo il metodo PDCA che si applica nell’implementazione di un sistema qualità. Lo avresti mai detto? Ciò che applichi al lavoro lo puoi applicare in famiglia!

Vediamo un altro esempio.

Nel libro si parla di rinforzo positivo, inteso come approvazione di un comportamento; in pratica invece di concentrarti sulla punizione di un comportamento negativo, preoccupati soprattutto di approvare i comportamenti positivi.

È un metodo che nessun imprenditore può permettersi di ignorare nel momento in cui decide che i suoi dipendenti devono lavorare per il bene della azienda e non per finire le otto ore e tornare a casa più poveri di prima.

Quindi, che tu abbia a che fare con figli, amici, clienti, dipendenti, capi,

NON CRITICARE,

interessati sinceramente alle motivazioni degli altri, i risultati arriveranno.

Ciao, alla prossima

Un’ultima cosa. La leadership, competenza fondamentale sul lavoro la si può sviluppare seguendo un serio progetto di educazione dei propri figli.

2 pensieri su “FATE I BRAVI A CASA… E AL LAVORO

  1. Pingback: IL FLUSSO DI UN SOLO PEZZO, PER VEDERE SUBITO L’EFFETTO CHE FA | Gabrieletommasi's Blog

  2. come guadagnare con internet

    And there is no use in starting something if you don’t intend on seeing it through.
    Owning your own website is a great way to make money online.
    Having a great record of respectable organizations and men and women you can begin online creating along with the assurance you are going
    to be paid out.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *